Flight Deck: La comunità Parrocchiale COMMENTA il Vangelo della Domenica | Una Voce - Sito Web di Don Marco Galanti

Domenica 19 Agosto  

XX DOMENICA del TEMPO ORDINARIO

Vangelo   Gv 6, 51-58
In quel tempo, Gesù disse alla folla: «Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo». Allora i Giudei si misero a discutere aspramente fra loro: «Come può costui darci la sua carne da mangiare?». Gesù disse loro: «In verità, in verità io vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell’uomo e non bevete il suo sangue, non avete in voi la vita. Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la vita eterna e io lo risusciterò nell’ultimo giorno. Perché la mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda. Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane in me e io in lui. Come il Padre, che ha la vita, ha mandato me e io vivo per il Padre, così anche colui che mangia me vivrà per me. Questo è il pane disceso dal cielo; non è come quello che mangiarono i padri e morirono. Chi mangia questo pane vivrà in eterno». 

 

 

7 Commenti

  1. Giuseppe Carpano

    VI Domenica di PasquaL’amore cristiano
    Gesù continua la sua riflessione pasquale, dopo avere utilizzato l’immagine della vite e dei tralci di domenica scorsa. E la riflessione s’innalza, decolla, vola alta: Gesù parla di amore, di gioia, di pienezza. «Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi. Rimanete nel mio amore» (Gv 15,9).

    Per saperne di più interagisci con RISPONDI qui a fianco o per leggere di più contatta l’autore: carpanogiuseppe@fastwebnet.it

    Rispondi
  2. Giuseppe Carpano

    Solennità dell’Ascensione – Apparizioni e missione degli Apostoli
    Il vangelo di Marco finisce al versetto 8. La successiva narrazione delle apparizioni (16, 9-20) è diversa per stile e vocabolario ed è assente in alcuni codici molto importanti (Sinaitico e Vaticano del IV secolo). Alcuni manoscritti hanno un’altra finale più breve o più complessa, attestando che la conclusione era stata aggiunta posteriormente.

    Per saperne di più interagisci con RISPONDI qui a fianco o per leggere di più contatta l’autore: carpanogiuseppe@fastwebnet.it

    Rispondi
  3. Giuseppe Carpano

    Domenica di PentecosteLa promessa dello Spirito Santo
    Il brano del vangelo e costituito dalla cucitura di due testi: Giovanni 15, 26-27 con 16, 12-15, e fa parte dei cosiddetti “discorsi di addio” contenuti nei capitoli 13-17. Gesù aveva preparato il gruppo degli apostoli all’accoglienza dicendo con cognizione di causa, che “quando verrà il Paràclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli mi renderà testimonianza; e anche voi mi renderete testimonianza, perché siete con me con me fin dal principio”.

    Per saperne di più interagisci con RISPONDI qui a fianco o per leggere di più contatta l’autore: carpanogiuseppe@fastwebnet.it

    Rispondi
  4. Giuseppe Carpano

    Solennità della Santissima Trinità
    La fede non vive di certezze acquisite ma della ricerca perenne. L’uomo di fede è viaggiatore dell’altrove, nomade per natura, alla ricerca di un luogo mai definitivo dove piantare la sua tenda. Gesù si fa vicino a quest’uomo, compagno del suo viaggio tutti i giorni, fino alla fine del mondo. A questo uomo Gesù affida il suo Mistero.
    La Santissima Trinità non è il prodotto di ragionamenti umani; è il volto con cui Dio stesso si è rivelato, non dall’alto di una cattedra, ma camminando con l’umanità (PAPA FRANCESCO, 26 maggio 2013).

    Per saperne di più interagisci con RISPONDI qui a fianco o per leggere di più contatta l’autore: carpanogiuseppe@fastwebnet.it

    Rispondi
  5. Giuseppe Carpano

    Solennità del Corpus Domini
    Bere dalla coppa significa, quindi, accettare la morte di Gesù e impegnarsi, come lui, a non desistere dall’attività salvatrice (rappresentata dal pane) nemmeno per paura della morte.
    Questi dati indicano che “mangiare il pane” e “bere dalla coppa” sono atti inseparabili che rinnovano l’impegno preso nel battesimo di seguire Gesù fino alla fine.
    La celebrazione del “Corpus Domini” è proprio questo: il dono di sé, che Gesù fa ai suoi discepoli di ieri, di oggi e di sempre. Ci garantisce, nel pane e nel vino consacrati, la sua presenza sacramentale. Senza questo punto di appoggio, tutto diventa prima o poi un non senso.
    Per saperne di più interagisci con RISPONDI qui a fianco o per leggere di più contatta l’autore: carpanogiuseppe@fastwebnet.it

    Rispondi
  6. Giuseppe Carpano

    X Domenica del Tempo Ordinario – La famiglia di Gesù
    L’immagine finale è molto bella; è il riscatto di una folla che diventa la famiglia di Dio, la comunità nuova: “Ecco mia madre e i miei fratelli!”. La folla seduta attorno a lui è un’icona bellissima della Chiesa. Ed è questa la famiglia che Gesù indica come sua di fronte a quella che lo cerca nel legame della famigliarità naturale.
    Per saperne di più interagisci con RISPONDI qui a fianco o per leggere di più contatta l’autore: carpanogiuseppe@fastwebnet.it

    Rispondi
  7. Giuseppe Carpano

    XI Domenica del Tempo Ordinario – Il Regno di Dio assomiglia ad un incontro

    Il mistero del regno di Dio è qui presentato come un incontro d’amore, provocato da un atto d’amore che è il gettare il seme … il seme senza sapere come cresce … vuol dire confidare nella potenza dell’amore al di là di ogni calcolo o visibilità.
    Questo non toglie niente al fatto che siamo fragili, deboli, peccatori… e che continuiamo a fare degli errori, a sbagliare, a peccare. L’importante credo che sia continuare a non giudicare, né chi sbaglia, né chi, con assoluta gratuità continua la sua opera di semina… Questo seme cresce di notte, che può voler dire quando siamo lontani, quando non c’è poi tutto questo desiderio di accogliere Dio e i fratelli e cresce anche di giorno, quando vediamo un po’ più chiaramente, quando sappiamo affidarci alla forza di quel seme. L’amore nuziale di Dio per noi chiede un sì molto forte, poi porta alla meraviglia di vedere fiorire e fruttificare…

    Per saperne di più interagisci con RISPONDI qui a fianco o per leggere di più contatta l’autore: carpanogiuseppe@fastwebnet.it

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *