RIAPPROPRIARSI

Messaggio del Cappellano a tutti i ragazzi per lŇinizio dellŇanno scolastico

 

Carissimi studenti, 

         alla ripresa del nuovo anno scolastico voglio rivolgere a tutti voi il mio piŁ caro saluto e l'augurio che l'anno che si apre sia per tutti un tempo ricco di impegno e di frutti.

 

         Il mio saluto arrivi a voi piŁ piccoli che per la prima volta entrate a scuola. Guardate con fiducia e simpatia i vostri insegnanti che vi accompagnano in questo nuovo cammino. Ai voi piŁ grandi, vorrei invitarvi a considerare la scuola come uno dei luoghi importanti ed indispensabili per la vostra crescita umana, culturale e sociale.

 

         L'inizio di un nuovo anno scolastico, pur racchiudendo in sÄ, come ogni inizio, tante aspettative, sogni, speranze e talvolta anche preoccupazioni, Ć certamente un momento importante, non solo per voi studenti e per i vostri docenti, ma anche per l'intera comunitł delle nostre famiglie dellŇAeronautica.

 

         L'apertura delle scuole Ć un evento che coinvolge famiglie e ragazzi, che scandisce i ritmi di vita. Tornare tra i banchi di scuola significa rimettere in circolo amicizie e frequentazioni, stringere legami sociali. In una qualche misura significa riappropriarsi del senso piŁ profondo dell'essere comunitł. Ed Ć proprio su questo che vorrei invitarvi ad impegnarvi. Non rifugiatevi nel privato, ma riappropriatevi, gił nelle aule scolastiche, del "noi" collettivo, della comunitł, sporcandovi le mani a favore del bene comune.

 

Concretamente:

ß      Impegnatevi con costanza nello studio, facendo tesoro dei consigli dei vostri docenti, della loro disponibilitł e professionalitł,

ß      Partecipate attivamente alla vita scolastica, perchÄ la scuola ha soprattutto bisogno del vostro contributo per soddisfare in pieno le vostre esigenze e per pianificare una formazione al passo con i tempi,

ß      Abbiate sempre un atteggiamento positivo e costruttivo nei confronti di tutto e di tutti, avendo fiducia in voi stessi e nelle istituzioni,

ß      Siate leali ed onesti con tutti (nella famiglia, nella societł e nella scuola) perchÄ la lealtł e l'onestł unite alla correttezza dei rapporti favoriscono le relazioni e migliorano noi stessi.

 

         Fate in modo che la scuola non vi assorba tutto.

 

         Ci sono anche altre realtł che vi aiutano nella vostra crescita. Penso, ad esempio, tra le tante che vivete (es. sporto, musica╔) alla nostra parrocchia. Non disertatela. Anzi, trovate il tempo per "abitarla" continuando ad incontrarci.

"Abitare" la Parrocchia vi aiuterł certamente ad affrontare lo studio con maggior entusiasmo e determinazione, attraverso una vita serena dove le due dimensioni orizzontale (vita) e verticale (spirito) sŇincontrano.

 

         Buon anno scolastico, allora, e un grazie ai vostri genitori ed ai vostri insegnanti che vi accompagnano in questa avventura.

        

         Il Signore Dio benedica il vostro impegno.

Con affetto di padre, vi confermo la mia vicinanza e la mia disponibilitł al dialogo

 

 vostro in XP

don Marco

 

Cesena, 16 Ottobre 2019