Giubileo Lauretano – 24 – L’Omelia dell’Ordinario Militare

 

Dall’Archivio: L’Omelia dell’Ordinario Militare

 

«vi porti in dono questa gioia di Maria: la gioia del dono e del servizio; la gioia di esserci, come voi ci siete, per i piccoli dell’umanità, per i quali il Dio della vita cambia i criteri valutativi, stronca le guerre, scrive la Sua storia, stendendo sul mondo e sul tempo il manto della misericordia, cuore di tutto il nostro Giubileo». (Cfr. Mons. S. Marcianò, Omelia)

 

Carissimi,

in questo Anno Giubilare Lauretano, che il nostro Pastore ha definito: “Un anno di memoria, grazia, speranza, che richiama alla conversione, all’adesione più profonda al Signore attraverso Maria, per affrontare il futuro con la forza del passato”, come già vi ho accennato in altri articoli, con questa rubrica, voglio ripercorrere e proporre argomenti mariani: la devozione, le feste e memorie, le riflessioni, le iniziative…

Oggi, porto alla vostra attenzione, per una lettura più approfondita e un momento di preghiera personale, l’omelia del nostro Arcivescovo, tenuta lo scorso 10 dicembre, a Roma in Santa Maria Maggiore, dove fa riferimento a Maria come stratega del servizio: «Una strategia di santità che la madre di Cristo indica con il suo “Sì” come scritto nel Vangelo: “Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola”».

“… Maria troverà una parola straordinaria per sintetizzare questa “moltiplicazione”: “magnificare il Signore”, fare grande Dio. Ella sperimenta come la grandezza di Dio sconvolga i piani e i criteri valutativi degli uomini: per Lui, la vera grandezza è la santità.

E la santità è il tema di questo Giubileo; una santità alla quale ci invita con forza Papa Francesco, quasi esortandoci a “volare” con la Vergine di Loreto: «Non avere paura di puntare più in alto, di lasciarti amare e liberare da Dio – scrive il Papa -. Non avere paura di lasciarti guidare dallo Spirito Santo. La santità non ti rende meno umano, perché è l’incontro della tua debolezza con la forza della grazia».

C’è una strategia di santità che Maria indica con il Suo «Sì» nel Vangelo e che voi, cari amici, non fate fatica a fare vostra, perché vi appartiene. È la strategia del servizio: «Ecco la serva del Signore:

Il Giubileo è un tempo per ravvivare e rafforzare l’adesione bella del «Sì» a Dio, che spesso sconvolge i nostri piani, e per migliorare quella strategia del servizio che in Maria diventa maternità universale.
Il «Sì» detto all’Annunciazione, che la fa Madre di Cristo, sarà infatti più grande sotto la Croce: lì la Madre di Dio diventerà Madre di tutti, la serva del Signore diventerà serva dell’umanità…”. (Cfr. Omelia dell’O.M.)

VAI al testo integrale

Buona lettura e preghiera anche per me.

@unavoce

 

Foto di Copertina: Santa Maria Maggiore festa della Madonna di Loreto