dal mio scaffale

 

“Il Buon lettore è come un viaggiatore curioso, ogni libro scelto rappresenta l’inizio di un viaggio dove poter esplorare nuovi mondi e arricchire la propria mente” (Emanuela Breda)

 

COSTRUIRE PACE

Per curare l’anima, il cuore e il mondo

 

“una cultura della cura, quale impegno comune, solidale e partecipativo per proteggere e promuovere la dignità e il bene di tutti”. (Papa Francesco, Messaggio per la Giornata mondiale della pace 2021)

Da più parti ci giungono segnali di rinascita, le parole del Papa, nel Messaggio per la Giornata Mondiale della Pace, dello scorso 1° gennaio, che vi ho citato in apertura, suggeritemi da una lettura fatta sul sito Monastero di Bose, mi porta a condividere con voi la bellezza della lettura, della Poesia, dell’Arte, della Musica, del Cinema … pertanto qui, oggi, vorrei segnalarvi la Rassegna Stampa e la sezione Libri della Rivista “La Civiltà Cattolica”,l’angolo della LEV, Editrice Vaticana, utili strumenti dove ci vengono presentate, novità editoriali, letture e pubblicazioni varie che possono guidare la nostra crescita umana e spirituale.

NOVITA’:

Oggi – in questa mia Rubrica “Il Viaggiatore” una proposta dal mio scaffale, nella pagina della Biblioteca di questo sito, pensata per condividere le mie letture con voi – vorrei presentarvi questi libri:

“I QUATTRO MAESTRI” di Vito Mancuso, Ed. Garzanti
Socrate, l’educatore. Buddha, il medico. Confucio, il politico. Gesù, il profeta. Risalendo alle antiche tradizioni spirituali e filosofiche dell’umanità, Vito Mancuso individua nel pensiero di queste quattro figure gli insegnamenti ancora validi e preziosi per noi, uomini e donne di oggi.  (Cfr. Ibis)
“RITORNIAMO A SOGNARE. La strada verso un futuro migliore” di Francesco (Jorge Mario Bergoglio), Ed. Piemme
Nel momento più cupo della pandemia, nel marzo 2020, Papa Francesco ha infranto per primo il silenzio angoscioso delle città deserte raccogliendo le domande inespresse della gente impaurita. Ha capito che le risposte di scienziati, politici ed esperti sulle cause e i rimedi di quella prova inattesa e durissima non potevano bastare e ha invitato tutti, fedeli e non credenti, a guardare più lontano, ad aprire strade verso il futuro.  (Cfr. Ibis)
«FARSI SANTI CON CIÒ CHE C’È». L’amore familiare tra vocazione, santità e creatività” di Luigi Maria Epicoco, Ed. Tau
La chiamata alla santità nella vita familiare assomiglia a quella creatività che bisogna avere quando tornando a casa dopo una giornata di lavoro si apre il proprio frigorifero e si cerca di preparare la migliore cena possibile a partire da ciò che c’è dentro. Solo quando si fa pace con ciò che c’è allora l’amore familiare diventa un luogo di santità. Diversamente si trasforma in un inferno domestico in cui ciò che si dovrebbe essere e non si è, diventa l’arma più contundente per ferire l’altro. In questo testo sono raccolte quattro meditazioni sulla vocazione familiare e sulle possibilità di farsi santi a partire da ciò che siamo. (Cfr. Ibis)
“TI AUGURO IL SORRISO. PER TORNARE ALLA GIOIA” di Francesco (Jorge Mario Bergoglio), Ed. Libreria Pienogiorno
«Il sorriso è una carezza, un dono che ha grande valore”. Il tema della gioia è un riferimento centrale in tutto il magistero di papa Francesco, ancor più necessario in questi “tempi ammalati”: Dio è gioioso, testimonia il pontefice in queste sue pagine che rappresentano un manifesto di rinascita. È racchiusa qui la rivoluzione liberatrice del Vangelo, e in fondo tutto il cristianesimo: noi non siamo nel mondo per imporre obblighi né mortificazioni alle persone, o carichi più pesanti di quelli che già hanno, ma per testimoniare e condividere un orizzonte bello, nuovo e sorprendente. La gioia vera non è un sentimento effimero di euforia, né illusorio antidoto di chi disconosce la sofferenza: nasce dalla nostra speranza, una speranza concreta, che niente e nessuno ci potrà togliere. È una gioia che ha l’ultima parola, sempre. E l’augurio e la condivisione del sorriso è il primo piccolo, grande passo per sperimentarla, per rinnovarsi, per rinascere. In appendice l’intervista mondiale a Sua Santità: Il sorriso nella bufera. (Cfr. Ibis)
“GENTE DI POCA FEDE, Il sentimento religioso nell’Italia incerta di Dio”  di Franco Garelli
Questo volume del sociologo Franco Garelli intende presentare, analizzare e commentare i risultati della ricerca sulla religiosità degli italiani che nel 2017 ha coinvolto un ampio campione nazionale (più di 3.200 casi), rappresentativo della popolazione di età compresa tra i 18 e gli 80 anni. L’indagine è nata dalla necessità di aggiornare i dati presentati nel volume La religiosità degli italiani (Milano, Mondadori, 1995). Sulla base di dati comparabili, il volume legge l’attuale situazione religiosa del Paese 25 anni dopo, in modo da cogliere i cambiamenti intervenuti nel tempo sia nella religiosità popolare, sia nell’intreccio di religione e società. In questo studio i dati empirici sono integrati con le indicazioni provenienti da 164 interviste libere, realizzate nello stesso periodo su una popolazione di diverse età, condizioni sociali e aree geografiche, intese ad approfondire argomenti di particolare rilevanza nel vissuto personale. (Cfr. La Civiltà Cattolica)
“TEMPI DURI PER I ROMANTICI” di Tommaso Fusari, Ed. Mondadori
Stefano ha ventidue anni e una vita tranquilla. Simpatico, belloccio e con la battuta sempre pronta, divide il suo tempo tra le serate a Trastevere con gli amici, il lavoro che non ama particolarmente ma che gli permette di avere una casa tutta per sé, le polpette piene d’amore di mamma e la storia con Michela. Sembrerebbe andare tutto per il verso giusto eppure a Stefano qualcosa non torna. Non può fare a meno di sentirsi incompleto, fuori posto, fuori cuore. Stare con Michela gli ha fatto capire che “con una donna puoi ridere, mangiare, guardarci un film, scoparci tutta la notte, prenderci il caffè insieme e correre comunque il rischio di non amarla”.  (Cfr. Ibis)
“LE CARTOLINE DI LEONARDO” di Margherita Melani
Che cosa accade se il più grande esperto della figura e dell’opera di Leo­nardo, il professor Carlo Pedretti, ha una ultradecennale assistente, a sua volta storica dell’arte, Margherita Melani, e se la Melani successivamente collabora con Alberto Angela per il volume Gli occhi della Gioconda (Rizzoli, 2016) e per la puntata della trasmissione TV «Ulisse: il piacere della scoperta», dedicata a Leonardo genio universale (2019)? Nasce così questo testo che, come Angela sottolinea nella prefazione, ha la capacità di sottoporre oggi alla nostra attenzione i pensieri del genio con la stessa vivacità e forza con cui un traduttore di una lingua antica riporta in vita i «concetti e sentimenti perduti nel tempo» (p. 9), e di rivelarne addirittura l’anima, grazie a una prossimità, quasi un’intimità, con il lavoro di Leonardo, restituitaci dall’autrice pagina dopo pagina. (Cfr. La Civiltà Cattolica)
“UNA TERRA PROMESSA”  di Barack Obama, Ed. Garzanti
In questo libro attesissimo, Barack Obama racconta in prima persona la propria incredibile odissea, da giovane alla ricerca di un’identità a leader del mondo libero, e descrive con sorprendente ricchezza di particolari la propria educazione politica e i momenti più significativi del primo mandato della sua storica presidenza, un periodo di profonde trasformazioni e sconvolgimenti. Obama accompagna i lettori in un viaggio appassionante, dalle iniziali aspirazioni politiche fino alla decisiva vittoria nel caucus dell’Iowa – che ha dimostrato la forza dell’attivismo civile – e alla memorabile notte del 4 novembre 2008, quando è stato eletto 44° presidente degli Stati Uniti, diventando il primo afroamericano a ricoprire la più alta carica della nazione. (Cfr. Ibis)

Mille possibilità, ovviamente, nel mondo dell’editoria, esistono, di ogni genere, ma qui voglio condividere alcune delle mie letture, perché credo che ogni pensiero positivo e aperto, ci aiuti a curare e ad essere cura, prossimità, vicinanza, anche ad altri. La carità, l’impegno concreto, sono indispensabili, ma bisogna creare il cuore, la mente giusta affinché le azioni siano concretamente attente e rivolte al “Fratello”.

Camminiamo insieme e aiutiamoci a seguire la Luce, quella che ci fa rinascere dentro e fuori, creando quella dimensione di speranza e fede che fanno riscoprire la sacralità dell’umanità, aiutando sia la dimensione orizzontale che quella verticale della nostra vita. Qualcuno ha scritto che: “non sempre possiamo fare le cose che amiamo, ma possiamo sempre scegliere di fare con amore le cose che facciamo” e questo fa la differenza nella nostra vita e in quella degli altri.

Buona Lettura!

 @unavoce